lunedì 17 febbraio 2014

Un buon lungo

Lungo 28km

Un influenza intestinale nel weekend del 8-9 Febbraio mi ha messo a terra per qualche giorno,costringendomi ad un cambio di programma nella tabella di preparazione alla maratona di Milano del prossimo 6 Aprile,la prima cosa che ho dovuto cancellare è stata l'iscrizione alla mezza di Vittuone che era in programma ieri,l'ho fatto con dispiacere ma i primi giorni di settimana scorsa mi sentivo troppo debole per partecipare ad una gara...ed in più avevo da recuperare il lungo da 28 km non fatto proprio per l'influenza,così una volta cambiato il programma mi sono rimesso a correre da Martedì tutti i giorni aumentando pian piano i carchi di lavoro,arrivando così a Sabato dove ho fatto finalmente il lungo da 28km.


La paura di non riuscire a correrlo tutto si era insinuata nella mia testa perchè dal 24 Novembre 2013 giorno in cui corsi la Firenze Marathon,non ho più fatto distanze superiori ai 18 km,comunque Sabato inizio l'allenamento e decido di fare un giro tutto nuovo con l'intento di non tornare indietro su strada già percorsa,così la mattina avevo dato un occhiata tramite Google Maps ad una strada sterrata che passa all'interno del bosco a sud dell'aeroporto della Malpensa,una volta non aperto al pubblico perchè utilizzato dall'esercito per le loro esercitazioni...così parto uscendo dall'abitato di Castano Primo luogo in cui lavoro,in direzione nord e nei primi 7 km la strada è quasi tutta diritta su asfalto e il ritmo da corsa lenta che voglio tenere c'è ma le gambe non sembrano il massimo,ho la sensazione come di aver già corso da un ora...così penso.."ecco come dubitavo sarà un disastro"... proseguo e prendo una strada sterrata con delle pozze di fango che dovrebbe portarmi poi in quel bosco dove invece il fondo sarà perfettamente piano,dopo un km un po trail..eccomi su quella strada ed in effetti è esattamente come in queste foto,proseguo in direzione ovest verso il Naviglio che si trova molto più in basso,infatti dopo 10km eccomi scendere con dei tornanti per arrivare sulla strada Alzaia del canale,da qui aumento un po il ritmo per i prossimi 10 km che mi portano fino a Turbigo,da li abbandono il Naviglio per risalire verso Vanzaghello qui dovrei aumentare ancora il ritmo e lo faccio ma i 3km in salita non mi permettono di andare più veloce,ma la progressione la sto facendo eccome,una volta tornato in piano aumento per chiudere negli ultimi km verso Castano ampiamente sotto il ritmo maratona...con le gambe che girano bene,finendo così il giro in poco più di 2 ore...contento e soprattutto sorpreso dal risultato...ora non resta che continuare con questo impegno e vedere come andranno i prossimi lunghissimi.

8 commenti:

Alain Guidetti ha detto...

Spesso le pause forzate come un'influenza sono le uniche occasioni per dare un pò di riposo alla muscolatura...e i risultati si vedono!

Fausto di Bio Correndo ha detto...

In effetti dopo un malanno essere così sulle gambe è una bella sorpresa, è sintomo che il tuo corpo ha reagito bene ed è già pronto a spingere!

Pimpe ha detto...

ottimo kikkone !!!!!!

Kikko ha detto...

@Alain
Probabilmente era così...noi vogliamo sempre correre e non ci accorgiamo molto spesso di quando necessitiamo di riposo.
Ciao

Kikko ha detto...

@Fausto
Come detto non avevo grandi aspettative da questo lungo e d invece è andato bene ora speriamo di non avere più intoppi in futuro.
Ciao

Kikko ha detto...

@Pimpe
Ciao caro,a volte bisogna rinunciare ad una gara per fare un buon allenamento...sperando che poi la prossima gara andrà meglio del previsto.-)

Mauro Battello ha detto...

pure tu non scherzi a chiacchiere :D :D :D
ciao caro, vai alla grande e detto da una schiappa come me assume ancora di più quel significato di impresa ;)

Kikko ha detto...

@Er moro
tu non sei una schiappa caro mio...la bravura di un runner amatoriale come noi non si base sulla velocità ma sulla forza e la tenace nel correre anche lunghe distanze...e tu qui ne hai molta più di tanti altri:-)