giovedì 15 maggio 2014

Trail del Motty

L'arrivo
Parto dalla fine,bello,anzi bellissimo percorso questo Trail del Motty,nonostante a meno di 2km dall'arrivo dopo averne corsi 24,durante una discesa sono inciampato in una radice cadendo rovinosamente in avanti picchiando faccia e gamba sinistra,questa l'unica nota stonata di una giornata splendida.
Selfie pregara
Quando tempo fa l'amico Furio mi propose di correre insieme la Maratona della Valle Intrasca il 1 Giugno (trail di 35km con 1600D+ da fare tutta in coppia),dissi subito si,poi però pensai che avrei dovuto cambiare allenamenti ed iniziare a mettere dentro dislivelli importanti nelle varie settimane che portano a quella gara,e tra i vari allenamenti decido anche grazie al suo consiglio e quello degli amici Giardo e Sandro anche loro iscritti alla Valle Intrasca,di non andare alla mezza dei Lagoni di settimana prossima ma di correre il più montano Trail del Motty.
L'idea è di correrlo insieme a Furio sempre vicini come allenamento e per abituarci a quello che dovremo fare alla Valle Intrasca,salgo ad Armeno insieme a Giardo e Sandro,ci incontriamo subito con Furio e Patty,e dopo un buon caffè in compagnia nel bar del piccolo abitato,ci dirigiamo alle auto per la vestizione,poi torniamo nella zona partenza per la punzonatura del chip.qui incontro Marco,blogger conosciuto come Gallodicorsa,scambiamo un po di chicchere piacevoli e poi ci salutiamo per andare alla partenza.
La corsa parte dalla piazza su asfalto,poco più di 400 metri e siamo già nel bosco,si inizia a salire e questo lo si farà per 6 km passando dai 530m s.l.m.fino ai 1150m per poi scendere di altri 100m e risalire fino ai 1220 metri,a questo punto siamo a 8 km,abbiamo calpestato qualsiasi tipo di terreno,davvero bello,io e Furio siamo sempre vicini,lui davanti e io subito alle sue spalle,in questi km ci hanno passati in tanti,anche perchè non stiamo facendo gara e spingiamo il giusto in salita senza strafare,ma una volta scollinati iniziamo a scendere ed a recuperare anche parecchie posizioni,in discesa siamo più a nostro agio,anche se in realtà da qui fino al 22°km sarà un continuo sali e scendi tra i 900m e i 1050m,bellissimo il tratto in forte discesa sotto i pini con terriccio scuro e morbidissimo,davvero divertente lasciare andare qui le gambe.
i segni della caduta
E' stato molto bello correre in due parlando senza pensare a posizioni o tempi...come detto mi sono goduto tutto il tracciato e il panorama che in alcuni tratti era però coperto dalle nubi basse,però arriviamo al 22°km e da qui si scende a e basta fino al traguardo,le gambe prendono velocità e ad essere sinceri sia Furio che io aumentiamo il ritmo forse perchè è quasi finita,forse perchè recuperiamo su corridori che ci avevano sorpassato sulla prima salita,dopo un piccolo tratto su asfalto si rientra su un sentiero con un fondo fatto di terra e radici e qui senza accorgermi su una curva mi ritrovo disteso a terra faccia in giù,Furio si ferma torna indietro e mi aiuta a rialzarmi...controlliamo i danni subiti...una forte botta alla tibia e ginocchio sinistro con tagli ed escoriazioni,più una bella graffiata con botta vicino all'occhio,ci rimettiamo a correre ma molto più tranquilli anche perchè la gamba fa un po male,ci ripassano intere chiedendoci cosa è successo...arriviamo al traguardo insieme e da li per me sarà ghiaccio e medicazioni,aspettando l'arrivo degli altri per poi andare tutti insieme al pasta party!
Mi dicono poi che siamo arrivati in 24°posizione in 2h30',non male come allenamento.
L'anno prossimo la rifarò sicuramente...con un po più di esperienza.
Pasta e birra party

12 commenti:

Saverio ha detto...

Complimenti veramente! Nonostante l'inconveniente,che nella nostra disciplina spesso è da mettere in conto,ma non c'è trailer che non abbia visto la terra da vicino con la faccia eheheheh

Mauro Battello ha detto...

ti è andata benone: mi ti sono immaginato che scendevi alla grande ed è come se ti avessi visto!!! azz.. che male!!! ;)

Kikko ha detto...

@Saverio
Si non è la prima volta che cado,mi era successo anche all'Ossola Trail L'anno in cui arrivai 5° al traguardo,anche li caddi pochi prima della fine sempre inciampando però stavo tirando una volata...evidentemente devo imparare ad alzare u po di più le gambe...essendo un maratoneta stradaiolo ho il vizio di rasentarlo il terreno....ciao e grazie!

Kikko ha detto...

@Mauro
Quello che immagini moltiplicalo per due...mi è andata bene perchè 100 metri più avanti c'erano dei cocci di pietra per terra...fosse accaduto li mi sarei tagliato tutto!

Gallodicorsa ha detto...

Mi ha fatto piacere conoscerti!
Il tuo 'allenamento' credo sia stato più che soddisfacente!
Per fortuna la caduta non ha provocato troppi danni...
...comunque...concludendo.. ritmo da allenamento, caduta e 24°posto....chapeau!! (come ho scritto anche al pimpe per la sua gara)

Kikko ha detto...

@Gallodicorsa
Ricambio il piacere:-)
Per quanto riguarda la gara,credo che a farla per piazzarsi sarei arrivato qualche posizione più avanti forse nei 20 ma non credo tanto di più sono un neofita di queste gare che mi piacciono sempre di più;-)

franchino ha detto...

Mestiere che entra! Bravi ragazzi!

Kikko ha detto...

@Franchino
Come detto a Furio...tutto fa curriculum;-)

lello ha detto...

Bravo Kikko , 24' classificato alla prima esperienza a questa gara e' buono..............correre nei sentieri in compagnia poi ha un fascino diverso dalla strada!!!!!!!!!!!

Kikko ha detto...

@lello
Si,la posizione in classifica non era nei nostri pensieri per stavolta,l'ho scritto giusto per ricordarmelo,anche perchè prima del volo ero 20°...comunque come dici tu queste corse hanno un fascino tutto particolare,a me piace fare queste d'estate e le stradale nel resto dell'anno.
Ciao caro:-)

Patty ha detto...

ohhh ti avviso che la discesa del Monscenù sarà tosta occhiooooo!!!
Senza portare sfortuna ma almeno sei avvisato :-D

Kikko ha detto...

@Patty
Ci starò attento sicuramente,spero che le gambe a quel punto non siano troppo pesanti da non riuscire ad alzarle bene;-)