venerdì 31 marzo 2017

LMHM 2017

Anche questa mezza è andata e ancora una volta sono riuscito a restare sui miei tempi,a dirlo sembra facile ma chi corre da tempo come faccio io sa cosa vuol dire e quanti allenamenti bisogna fare per restarci...mi diverto ancora tanto a correre anche quando esco per un lento di un ora sulle solite strade sempre da solo magari mentre fuori fa freddo e piove ...perchè se sto fermo non mi sento a posto...mi manca qualcosa e spero di rimanere così ancora a lungo.
Tolta la premessa veniamo alla gara,il percorso lo conosco bene ma stavolta si parte in un altro punto di Verbania e i primi km sembrano favorire un ritmo più veloce,assecondo la cosa anche perchè il respiro è ok e non sto spingendo più del solito,so però che nella seconda parte troverò i punti con dislivelli più impegnativi che mi faranno rallentare e la mi a capacità sarà tenere botta fino alla fine.
La giornata è perfetta come meteo,ma intorno al 12°km quando si passa per il tecno parco mi trovo un vento fastidioso in faccia e non ho atleti vicino con cui fare trenino,così me lo subisco tutto,il ritmo però è vicino a quello migliore tenuto ad autunno a Trecate dove ho fatto il personale,so già che qui non succederà ma voglio comunque dare il massimo fino in fondo.
La salita lunga di Baveno mi fa rallentare parecchio  e sono al 16°km ne mancano ancora 5 e non posso spingere di più già adesso,cerco di far scendere i battiti e riportarmi sul mio ritmo iniziale,ci riesco ora devo solo fare bene l'ultima salita prima dell'ingresso a Stresa e poi dare tutto nell'ultimo km,andrà proprio così stampando un altro 80' che mi fa ben sperare per la Milano Marathon che correrò dopodomani.
La preparazione dopo questa mezza è proseguita senza intoppi con un ottimo lunghissimo collinare a 4'20"/km di media,ora non resta che divertirsi per i 42km della città meneghina.


3 commenti:

nino ha detto...

good job

Kikko ha detto...

Thanks!

Francesco ha detto...

1 ora e 20?????